I 7 consigli per la valigia perfetta

Che si tratti di un ponte autunnale o di una vacanza un po più lunga, quando si avvicinano dei periodi di ferie una sorta di ilarità ci pervade, infondendo una strana euforia ad ogni fibra del nostro corpo. A prescindere dalla destinazione che abbiamo scelto, sappiamo che ci aspettano nuove scoperte, curiosità, paesaggi d’incanto e soprattutto relax, o almeno vogliamo sperarlo!

 

Peccato che prima di partire ci tocchi affrontare l’ultima titanica sfida: preparare la valigia! Qualche tempo fa, al solo pensiero di dover selezionare alcuni dei miei capi per poi insaccarli in uno spazio immancabile troppo angusto mi gettava in una sorta di torpore. Alla fine, si sa, qualunque donna porterebbe con sé tutto l’armadio se potesse! Sono poche le elette che scuoteranno la testa in questo momento.

Se, come me, non fate parte di questo ristretto gruppo di persone, non disperate: in questo post cercherò di darvi 7 consigli che vi permetteranno di preparare la valigia perfetta senza troppi sforzi. Una volta espletato l’arduo compito, potrete concentrarvi sugli itinerari da visitare, sui ristoranti in cui gustare prelibatezze locali o semplicemente crogiolarvi sul divano in attesa della partenza:)

1. La valigia: potrebbe sembrare banale, ma vi assicuro che non lo è. A seconda della meta e del mezzo di trasporto potete optare per una valigia rigida, semirigida (consigliata in aereo per evitare di ritrovarvi sul rullo parte dei vostri effetti personali) o per un borsone. Per l’auto, il treno o la nave, la scelta a mio parere è meno vincolante. In generale, cercate di non caricarvi troppo!

Consiglio Sapiens: se viaggiate in aereo, verificate le condizioni di trasporto per evitare costi aggiuntivi e munitevi di un bagaglio a mano in cui stipare oggetti di valore, un cambio d’abito e della biancheria: non vorrei essere pessimista, ma se dovesse succedere qualcosa alla valigia che avete imbarcato non dovrete correre nel primo negozio della città appena arrivati a destinazione.

 

2. Gli indumenti: anche in questo caso, a seconda della destinazione, ci sono alcuni capi da cui non potete prescindere. Per il mare, mettete in valigia dei costumi, pratici copricostume, un panama, una borsa da mare, flip flop e espadrillas, mentre per la sera portatevi dei pantaloni, qualche top e dei vestitini, meglio se di cotone, corredati da sandali e da un paio di immancabili scarpe con il tacco. Per le escursioni in città, invece, scegliete capi pratici come pantaloni di cotone e gonne leggere, delle magliette, qualche vestitino, una borsa non troppo grande e delle scarpe davvero comode.

Consiglio Sapiens: Per non sbagliare portate con voi anche un pratico k-way. In questo modo, nulla potrà fermarvi!

3. I capi superflui: prima di mettere in valigia ciò che avete scelto, vi suggerisco di adottare un espediente davvero infallibile. Disponete tutti gli indumenti sul letto (nel mio caso, qualche anno fa, il letto matrimoniale non sarebbe mai bastato!) e iniziate a studiare i possibili abbinamenti: in questo modo, vi accorgerete subito che alcune cose sarebbero inutili e, quindi, potrete affrettarvi a riporle nuovamente nell’armadio. Una volta fatto, apprestatevi a sistemare tutto in valigia.

Consiglio Sapiens: mettete via senza indugio anche i capi che non avete mai messo prima: sì, lo so, vi eravate appena convinti che l’occasione migliore per usarli sarebbe stata questa, ma fidatevi, non è così

4. La disposizione o Tetris: su questo tema sono stati scritti dei trattati. Per me il segreto sta nell’utilizzare tutto lo spazio offerto dalla valigia. Quindi, sia che vogliate arrotolare i capi (ricordate che per i capi in cotone e jeans è possibile farlo senza creare grinze) sia che vogliate piegarli, cercate di sfruttare al meglio ogni centimetro della valigia, occupando le aree vuote con scarpe, costumi e biancheria. Inoltre, mettete in cima alla valigia le cose che vi serviranno appena arrivati: che si tratti di un costume, un vestito da sera o del pigiama, questo trucco vi eviterà di scomporre tutto appena arrivati. Infine, se mettete il beauty in valigia assicuratevi che i prodotti al suo interno siano ben sigillati e avvolgeteli comunque in un sacchetto di plastica. Per la serie la prudenza non è mai troppa!

Consiglio Sapiens: appena arrivati in albergo, appendete in bagno gli abiti sgualciti, aprite l’acqua calda della doccia e chiudete la porta per almeno 10 minuti. In questo modo, il vapore ne stirerà le pieghe e non sembreranno più così stropicciati!

 

5. Il beauty case: ecco un altro tasto dolente. So che vorreste portare con voi ogni cosa, ma, anche in questo caso, dobbiamo selezionare l’essenziale: spazzolino, dentifricio, deodorante e crema viso. Per le makeup-addicted come me, non dimenticate fondotinta, correttore, cipria, fard, mascara e rossetto. Per il mare, portate con voi anche un solare e un doposole tenendo sempre presente, però, che quasi tutti questi prodotti possono essere acquistati a destinazione!

Consiglio Sapiens: se viaggiate in aereo ricordatevi che i liquidi non possono superare i 100 ml, pena auto-ammutinamento che si consumerà al momento dei controlli di sicurezza, quando sarete costrette a lanciare nel cestino il flacone di prodotto incriminato, intonso e soprattutto costosissimo. Se ciò dovesse accadere, non disperate: nello stesso cestino troverà molti dei suoi simili a fargli compagnia!

 

6. I farmaci da viaggio: io ho una teoria consolidata e confermata dal tempo che recita: “se li porterai con te non sarai costretta ad usarli, ma se solo ne dimenticherai uno, esso ti perseguiterà per il resto della vacanza facendoti pentire di averlo lasciato sul comodino!” Morale della favola, in valigia consiglio sempre di portare dei farmaci di base quali paracetamolo, un antistaminico, una pomata contro ustioni, eritemi e punture di insetti e un antibiotico ad ampio spettro.

Consiglio Sapiens: ricordate che un repellente per gli insetti potrebbe salvarvi la vita, sempre che non vogliate trascorrere le vostre serate in una lotta all’ultimo sangue contro le zanzare del posto!

 

7. I must have: a parte i documenti d’identità e dei contanti (ricordate che in alcuni posti la carta di credito potrebbe non andare: informatevi prima!), mettete in borsa il caricatore del cellulare, un buon libro o, per i più tecnologici, un e-book, gli occhiali da sole, la macchina fotografica e, perché no, un quaderno che potrebbe fungere da diario di viaggio

Consiglio Sapiens: Se avete molti contanti, ricordate sempre di non portali tutti con voi. Lasciateli in albergo, meglio se nascosti in valigia all’interno di un tubetto vuoto di crema: nessuno andrà a cercarli lì e potrete uscire sereni!

Se anche voi avete dei segreti, condivideteli nei commenti! Buone vacanze e al prossimo post:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website

*